Il Prisma della Traduzione

Questo articolo è il primo di una serie ideata allo scopo di offrire un breve panorama dell’attività di alcuni volontari della TPRF. Per rendere disponibili al pubblico i suoi programmi umanitari specifici, il Programma di Educazione alla Pace (PEP) e il programma Food for People (FFP) e per far conoscere il più possibile il Messaggio di Pace universale di Prem Rawat, la Fondazione conta sull’impegno altamente qualificato e sulla dedizione di volontari come le persone che compaiono in questiarticoli. Il messaggio viene ora tradotto in un’ampia varietà di lingue per essere disponibile in tutto il mondo, tramite l’impegno del team di traduttori della TPRF, un po’ come la luce si divide in un arcobaleno di colori attraverso un prisma. Segue un’intervista con Tomás del Arco, manager della pagina Facebook della Fondazione e membro del team di traduttori spagnoli.

Tomás del Arco si è laureato in Lingua e letteratura inglese e si sta preparando a lavorare come logopedista. Abita a Pamplona, in Spagna, città resa famosa da Ernest Hemingway. Tomás ha cominciato a lavorare come volontario della TPRF nel marzo 2011.

TPRF: Per favore descrivi il tuo ruolo di volontario.

Tomas With Maria Irurzun

Tomás con María Irurzun

Tomás: Ho iniziato come manager di Facebook per la pagina spagnola della TPRF con l’aiuto della nostra correttrice, Maria Irurzun. Dopo qualche mese, quando è stato creato il blog della TPRF, ho iniziato a tradurre in spagnolo i post settimanali. Sono anche impegnato nella traduzione di articoli per la Fondazione, assieme a Rodrigo Ferrerosa, manager del nostro team. Un’altra parte del nostro lavoro comprende la traduzione dei comunicati stampa, della documentazione per il Programma di Educazione alla Pace, dei depliant e dei sottotitoli per i video del canale YouTube.

Tra gli altri membri del team di traduzione ci sono Poonam Sherawat (traduttrice per l’hindi), Giuseppe M. Buffa (traduttore per l’italiano).

I membri del gruppo dei social network comprendono Barry Shaw (bollettini per Facebook in inglese), Deepak Saharawat (Causes) e Anup Aryal (Twitter).

TPRF: Ci sono tante opportunità a disposizione per chi vuole aiutare gli altri. Che cosa ti ha fatto scegliere di essere volontario della TPRF?

Tomás: Sento che la risposta sia da dividere in due parti. Innanzitutto, sono rimasto molto commosso dalle iniziative umanitarie della Fondazione e sono rimasto colpito anche dal notevole successo ed efficienza del Programma di Educazione alla Pace e di Food for People. In secondo luogo, provo molta gratitudine per la qualità di vita di cui godo grazie al mio rapporto con Prem Rawat. Questa sensazione di pace e di gioia interiore fa sì che uno voglia dare qualcosa in cambio.

Però vorrei chiarire che non è necessario essere uno studente di Prem Rawat, e neanche di conoscerlo, per lavorare come volontario per l’organizzazione. Molti di coloro che ammirano ciò che fa la TPRF si impegnano per portare avanti i suoi obiettivi.

Tomas Attends TPRF Booth at Event in Madrid

Tomás al tavolo della TPRF all’evento di Madrid

TPRF: Che cosa trovi più soddisfacente o piacevole nell’ambito del tuo ruolo di volontario?

TD: Credo che la parte più divertente e piacevole del mio lavoro di volontario si trovi nei rapporti che ho sviluppato con gli altri membri del team. Più passa il tempo, più il nostro lavoro si armonizza facilmente e condividiamo una vera sensazione di pienezza e di gioia in quello che facciamo singolarmente.

Inoltre, particolarmente nel settore dei social network, mi sento come un giornalista che informa la gente di qualcosa di magico che sta succedendo nei settori di punta del cambiamento sociale per creare un mondo migliore. Questo mi entusiasma molto.

Steve Kowarsky è il direttore volontario che si occupa della presenza della TPRF nei social network. Ha offerto gentilmente di dare questo interessante panorama del programma dei social network della TPRF e delle attività dei singoli membri del team:

“La TPRF tende a rendere accessibile al massimo la sua presenza nei social network. Attualmente abbiamo quattro pagine TPRF su Facebook, in inglese, spagnolo, italiano e hindi. Ogni pagina ha il suo manager, il cui lavoro inizia con la traduzione dei post, che generalmente cominciano in inglese.

D’altra parte, il ruolo richiede molto di più della semplice traduzione. Facebook è un ambiente interattivo. Ogni manager controlla la sua pagina e risponde prontamente ai post e ai commenti dei partecipanti della TPRF. Tomás e i suoi colleghi formano un team globale di reti sociali che collabora con un livello di entusiasmo e una capacità di risposta che mi ispira continuamente. I membri del team trovano piacere nel lavorare insieme e comunicano con un tocco leggero che rende la collaborazione molto divertente.”

 

FacebooktwitterredditpinterestlinkedinmailFacebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Articoli recenti

Articoli per categoria

Guidestar e Charity Navigator assegnano alla TPRF il punteggio più alto in termini di trasparenza, responsabilità finanziaria e leadership.

candid platinum transparency award 2024