La TPRF annuncia la vincitrice della gara per il nuovo logo

tprf logoLa Fondazione Prem Rawat (TPRF) è lieta di presentare il disegno che ha vinto la gara per il nuovo logo; la gara è iniziata circa un anno fa con l’invito ai sostenitori a proporre le loro idee creative. Dopo che il nostro staff ha aiutato a selezionare oltre 150 proposte giunte da 107 concorrenti, il fondatore della TPRF, Prem Rawat, e la presidente Daya Rawat hanno scelto come nuovo logo dell’organizzazione un disegno stupendo di Dayana Mayorga.

Dopo aver guardato i lavori di un piccolo gruppo di finalisti, infatti, essi hanno rapidamente convenuto sul fatto che la proposta di Dayana, come dice Daya,“…era chiaramente quella giusta.”

Dayana

Dayana Mayorga

“Ci piace questo disegno discreto, – spiega Daya – un piacevole gioco di spazio positivo e negativo. Possiede un equilibrio, senza essere del tutto simmetrico. E’ esteticamente piacevole e penso che il suo significato sia in armonia con ciò che fa la Fondazione, senza essere troppo letterale. Ci piace che le mani diano l’idea di aiuto, sostegno, o di indicare la strada. A seconda di come lo si guardi, può anche indicare un fiume, le montagne, il pianeta, il sole e il cielo. Inoltre è molto versatile. Ha un aspetto gradevole in diversi colori e funzionerà bene in molti contesti, non soltanto sul nostro sito.”

Dayana è emozionata del fatto che sia stato scelto il suo disegno.

“Quando ho ricevuto la lettera di Daya – dice Dayana – che mi informava che avevo vinto la gara, mi sono messa a saltare di qua e di là! Ho sentito un’esplosione di gioia.”

Dayana è una disegnatrice grafica nata in Ecuador che vive attualmente a Parigi. Ha passato quattro giorni a tirar fuori nuove idee di ogni tipo insieme al marito Patrick. Ispirandosi alla visione di Prem Rawat, secondo cui la Fondazione ha il compito di aiutare la gente a vivere con dignità, pace e prosperità, Dayana ha cercato di creare un simbolo che comunicasse questi temi in modo sottile ma potente.

“Le mani – spiega Dayana – rappresentano ciò che gli esseri umani di questo pianeta Terra hanno in comune. Non c’è differenza tra le due mani: sono uguali come forma, colore e dimensioni. Colui che dà e colui che riceve sono sullo stesso livello, perché sia dare che ricevere può essere fatto con dignità. Le mani si protendono l’una verso l’altra, e questo potrebbe essere in un momento di bisogno o solo per connettersi, per sentirsi in pace. Sono poste all’interno di una sfera, che rappresenta il pianeta. Ma tra loro c’è un sentiero che si apre verso la prosperità. Il cerchio può essere dorato per associazione con il sole e con la luce.”

Vedere che il logo verrà ora usato dalla TPRF dà a Dayana, nelle sue parole, “… un sensazione di partecipare in modo vero ad aiutare la causa della pace in questo mondo. Mi vedo riflessa nel disegno e sento l’energia e l’amore che ci mettiamo. Spero che questo lo possano sentire anche gli altri.”

Daya pensa che la gara sia stata un grande successo. “Mi sono sentita incoraggiata – ha detto – dal fatto che abbiamo ricevuto tante proposte meravigliose. Inoltre ho visto quanto tempo e riflessione vi hanno dedicato le persone. Ringrazio tutti coloro che hanno condiviso con noi la loro energia creativa e le loro idee.”

logo

 

FacebooktwitterredditpinterestlinkedinmailFacebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Articoli recenti

Articoli per categoria

Guidestar e Charity Navigator assegnano alla TPRF il punteggio più alto in termini di trasparenza, responsabilità finanziaria e leadership.

candid platinum transparency award 2024