La stampa messicana parla del Programma di Educazione alla Pace

Diversi notiziari messicani di recente hanno parlato del Programma di Educazione alla Pace negli stati di Quintana Roo e Cuernavaca. Ecco alcuni brani tratti dalla stampa, con i link agli articoli completi.

L’Educazione alla Pace, un balsamo in mezzo a tanta incertezza

Tratto dall’articolo de La Jornoda Maya

Negli ultimi tre anni la Fondazione Prem Rawat (TPRF) ha portato a termine il Programma di Educazione alla Pace in diversi istituti di Quintana Roo. Nel contesto della pandemia, è stato come un balsamo per alleviare un po’ il dolore e l’incertezza di cui soffriamo noi esseri umani.

“All’arrivo del COVID-19, molti hanno avuto paura, io stesso ho provato timore ed incertezza, e per me è stato molto forte, perché sono un adulto anziano e soffro di ipertensione, poi ho iniziato ad ascoltare la presentazione virtuale del fondatore di TPRF Prem Rawat per i primi 30 giorni della pandemia, e ciò mi ha rinforzato e reso fiducioso” dice Miguel Ángel Morales Sánchez, volontario del Programma di Educazione alla Pace di quello stato fin dal 2017.

Egli afferma che, una volta interiorizzato il messaggio delle presentazioni di Rawat, ha iniziato a provare fiducia e sentimenti molto diversi dalla paura, così da rendersi conto di dover condividere il messaggio: “perché come me ci sono molte persone al mondo piene di incertezza”

Insieme ad altri volontari ha iniziato a offrire il programma online sulla piattaforma Zoom. Una delle prime istituzioni è stato il DIF (il DIF è il Sistema Nazionale per lo Sviluppo Integrato, una istituzione pubblica di assistenza sociale incentrata sul rafforzamento e sviluppo del benessere delle famiglie messicane) e il programma è stato frequentato da 450 persone. L’evento è stato inaugurato dal presidente del DIF Gabriela Rejón de Joaquín.

Nei mesi scorsi, questo programma ha raggiunto la Guardia Nazionale nello stato di Veracruz, il Segretariato della Pubblica Sicurezza, l’Università Tecnologica di Cancun e diverse altre organizzazioni come il Distretto Rotary dell’area di Cancun.

La malattia e l’incertezza di poter rivedere i propri cari “è un dolore immenso, ma il Programma di Educazione alla Pace è come un balsamo che aiuta le persone a provare pace, anche in modo virtuale, e a provare speranza” dice Sánchez.

Sradichiamo insieme la violenza

Tratto dall’articolo de El Sol de Cuernavaca

La Fondazione Prem Rawat sta facendo un eccellente lavoro in America, offrendo un messaggio di pace e assistenza sociale. È un’organizzazione internazionale di grande prestigio che ha ricevuto riconoscimenti per gli eccellenti risultati del suo Programma di Educazione alla Pace con diversi gruppi di persone a rischio. Vi sono state riabilitazioni sorprendenti fra i detenuti. Con rappresentanti in oltre 70 paesi, questa organizzazione è un esempio da seguire, vantando servizi di ottima qualità, ottima gestione e amministrazione.

Il personale ferroviario DIF-BJ promuove la pace nella municipalità

Dall’articolo di Clic Noticias

Tra le varie azioni volte al rafforzamento della pace all’interno della municipalità, il personale del sistema DIF Benito Juarez ((il DIF è il Sistema Nazionale per lo Sviluppo Integrato, una istituzione pubblica di assistenza sociale incentrata sul rafforzamento e sviluppo del benessere delle famiglie messicane) ha lanciato un corso virtuale chiamato Programma di Educazione alla Pace. Con questo corso virtuale cercano di rinforzare strategie che garantiscano l’armonia per le famiglie della Benito Juárez.

Il direttore generale del DIF, Flavio Carlos Rosado, ha sottolineato che questo programma può aiutare tutto il personale ad essere più consapevole e addestrarlo a diventare, ciascuno, un ambasciatore della pace.

Ha anche affermato che il DIF, come il governo municipale guidato dal presidente Mara Lezama, si adopera per rinforzare strategie che garantiscano sicurezza e armonia per il benessere delle famiglie Benitojo.

Questo materiale creato dalla Fondazione Prem Rawat è utile perché affronta, tra gli altri, argomenti come l’apprezzamento, l’autoconsapevolezza, la comprensione, la dignità, la speranza e l’appagamento, afferma.

Ha anche aggiunto che Benito Juárez è la prima municipalità di Quintana Roo che comincia ad addestrare i propri impiegati all’educazione alla pace.

 

FacebooktwitterredditpinterestlinkedinmailFacebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Articoli recenti

Articoli per categoria