Cosa bolle in pentola: intervista alla capo cuoca del progetto FFP in Ghana

Joyce Dotse è capo cuoca alla struttura di Food for People (FFP) a Otinibi, in Ghana, e supervisiona una cucina che serve circa 500 pasti al giorno a bambini e anziani. Recentemente il corrispondente di TPRF Alex Wiredu le ha fatto delle domande sul suo lavoro.

Dove lavoravi prima di iniziare alla struttura FFP?

Lavoravo come cuoca al Centro Femminile Presbiteriano di Abokobi. È una struttura residenziale che ospita eventi come conferenze e seminari.

Quali sono le tue mansioni quotidiane al FFP?

121123_Otinibi_FFP_c2_IMG_5671-20090110Mi occupo quotidianamente di pianificare i menù, faccio le richieste scritte per la cucina, mi assicuro che tutti gli ingredienti siano disponibili e sufficienti per i pasti da preparare e supervisiono e assisto nella preparazione dei pasti.

Qual è la parte del lavoro che preferisci?

Più di ogni altra cosa mi piace quando riusciamo a concludere il lavoro in tempo. Mi sento molto soddisfatta quando i bambini e gli anziani mangiano felici e si sentono pieni dopo i pasti.

Qual è la parte più dura del lavoro?

Non mi piace lo stress che nasce dalla preparazione di piatti a base di grano, come il Kenkey e il Banku. Ma adesso è qualcun altro a cucinarli e sono più contenta.

C’è una pietanza che preferisci cucinare?
Otinibi bean stew

Mi piace molto cucinare i fagioli stufati, il gari (un impasto di manioca e tuberi) e la banana fritta, che è uno dei piatti preferiti dei bambini. È un pasto molto bilanciato, perché i fagioli danno proteine e vitamine, il gari fornisce carboidrati e le banane ferro e carboidrati.

Cosa hai imparato lavorando al FFP?

Ho imparato molto, ad esempio come lavorare in squadra e comunicare in maniera più efficace con gli altri membri dello staff, e ho imparato molto anche in materia di salute, soprattutto di igiene personale. Ho imparato parecchio anche sulle misure di sicurezza adeguate da adottare in cucina e nell’intera struttura.

Recentemente sono stati costruiti nuovi appartamenti per lo staff del FFP. Ti piace la tua nuova sistemazione?

Si, moltissimo, perché è più spaziosa degli appartamenti che FFP aveva affittato prima per lo staff. Ogni appartamento del nuovo edificio ha il proprio bagno e ciò lo rende più comodo. È più facile arrivare a lavoro in tempo perché si trova proprio accanto al FFP. Prima abitavamo ad Amahia, che è a 5 minuti di macchina o a 25 minuti a piedi dalla mensa. Adesso ho un po’ più di tempo per preparare le pietanze, grazie alla fondazione e al suo fondatore, Prem Rawat.

 

FacebooktwitterredditpinterestlinkedinmailFacebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Articoli recenti

Articoli per categoria

Guidestar e Charity Navigator assegnano alla TPRF il punteggio più alto in termini di trasparenza, responsabilità finanziaria e leadership.

candid platinum transparency award 2024